Archivi tag: Violenza

Silvio Biosa – La violenza e la disperazione dei 35 giorni

Gli incarichi, durante i 35 giorni, erano diversi: sorveglianza, comunicazione, picchetti, coordinamento dei cortei, e via dicendo. Un altro aspetto di quei giorni, che viene raccontato poco, è quello violento. I reparti delle sellerie, occupati principalmente dalle donne, non partecipavano agli scioperi, e per questo alcuni operai – e in alcuni casi anche delegati – si prendevano la libertà di “punirle” molestandole fisicamente, cosa che richiedeva l’intervento degli uomini del servizio d’ordine.

Lorenzo Gianotti – Il caso dei 61 licenziati

Dopo il licenziamento dei 61 sospettati di terrorismo, i sindacati dichiararono uno sciopero di tre giorni che non ebbe alcun successo. Il Pci, invece, assunse una posizione diversa: invitò la Fiat a denunciare alla Magistratura chi era sospettato, dando una giustificazione effettiva del licenziamento. Contestualmente, il clima che si respirava tra la dirigenza aziendale era diventato insostenibile per la paura di rivalse.

Ines Arciuolo – L’accusa di terrorismo

Il licenziamento dei 61 operai si collega direttamente con l’accusa – che per alcuni di essi si rivelerà infondata – di terrorismo in fabbrica. L’operazione, dell’azienda, di divulgare via stampa i nomi dei licenziati e far passare un messaggio incauto sul tema stesso della lotta armata, provocò un’azione immediata dei sindacati: la proclamazione di uno sciopero di tre ore contro il terrorismo – sciopero non riuscito. Questa mossa potenzialmente avvallò l’ipotesi che gli stessi accusati fossero effettivamente colpevoli.